Tutto è iniziato dal fascino e dalla curiosità che mi ispirano i centri energetici, i chakra, e dalla loro influenza sul nostro benessere fisico e emotivo. Lavoro che porto avanti grazie allo yoga, ma che ho sentito di voler approfondire avvalendomi anche di tecniche che potessero integrarsi e rendere più efficace il mio contributo. Questa curiosità ha aperto porte importanti e percorsi di conoscenza del Sé con varie sfumature. In questo caso alla radiestesia e alla radionica che si avvalgono di diversi strumenti per svolgere indagini.

Il pendolo è un mezzo per indagare con precisione e nel profondo noi stessi e l’ambiente che ci circonda. Questo strumento è, infatti, un prolungamento del nostro inconscio, un amplificatore, e la Radiestesia altro non è che la disciplina che permette di conoscere le energie che abbiamo attorno. Niente di trascendentale.

Come “megafono” dell’inconscio, quindi, il pendolo permette di trovare risposte che consciamente non siamo in grado di dare. Se non ci ascoltiamo con onestà rischiamo di prendere decisioni che non ci nutrono e che, addirittura, possono distruggerci nel tempo. Ed ancora, grazie al pendolo è possibile analizzare vari aspetti del posto in cui viviamo e lavoriamo.

Se sei su questa pagina, sarai sicuramente d’accordo nel sostenere che c’è tanta “roba” che non vediamo e che la scienza non riesce ancora a spiegare. Probabilmente un giorno, con gli strumenti giusti, lo farà.

Tuttavia ci sono persone intuitive, sensibili, aperte, che percepiscono bene l’esistenza di un qualcosa che va oltre ciò che vediamo e consapevoli che il benessere personale presuppone un unione corpo mente anima ed una armoniosa immersione nel mondo.

Detto questo, voglio spiegarti come possiamo utilizzare la Radiestesia e la Radionica per ottenere questo benessere sia in presenza che online (le energie non hanno confini):

LETTURA E RIEQUILIBRIO ENERGETICO

Utilizzando il pendolo è possibile indagare la salute dei nostri centri energetici, i chakra, e se necessario intervenire per riportare l’intero sistema in equilibrio.

Chakra dopo chakra, insieme intraprenderemo un percorso di consapevolezza del corpo e delle emozioni per migliorare il nostro vivere quotidiano.

I centri in squilibrio saranno ripuliti e ricaricati con radiestesia e radionica. E saprò consigliarti il necessario per mantenere questo nuovo equilibrio agendo sui punti deboli con l’ausilio di diversi rimedi, tra cui anche lo yoga in un percorso costruito su misura per te. Valuteremo, inoltre, la possibilità di rivederci a cadenza concordata per il controllo energetico.

L’incontro della durata di un’ora circa, prevede:

  • Lettura dei chakra, con l’uso del pendolo indagheremo insieme se ci sono chakra in squilibrio e valuteremo su scala quanta energia hanno;
  • Pulizia e carica dei chakra in squilibrio;
  • Ricerca del rimedio più consono al mantenimento dell’equilibrio raggiunto tra acque vibrazionali, fiori di Bach o altra terapia;
  • Ricerca delle forze che in particolare ti contraddistinguono e integrazione di quelle più efficaci attraverso l’apposita tavola/le carte degli archetipi ispirate alle teorie di Jung/gli arcani maggiori;
  • Coaching di valutazione dell’incontro e dei percorsi da intraprendere per un benessere totale.

Tra le soluzioni più efficaci per un mantenimento energetico costante c’è lo yoga che se praticato costantemente permette questo benessere psico-fisico. Tra i possibili rimedi, quindi, potremo valutare anche sedute ad hoc individuali o l’inserimento in una delle classi Yoga’n’Soul (qui tutti i dettagli).

INDAGINE E RICONOSCIMENTO DEL TRAUMA

Lo sapevi che la colonna vertebrale registra ogni fatto che ci accade? Io ho imparato a comprenderne il meraviglioso sistema durante la mia formazione yoga e continuo ad aggiungere sempre nuove e sorprendenti conoscenze. L’ultima sempre grazie alla radiestesia e alla radionica.

Ebbene, nella nostra colonna si registrano anche i traumi che ci accompagnano e che, spesso, non ci lasciano vivere la vita che vorremmo, frapponendosi tra noi e una completa libertà di essere scevra dai soliti automatismi in cui non vorremmo più cadere.

Vertebra dopo vertebra il pendolo individua quelle in squilibrio da ricondurre poi a determinati situazioni ed emozioni che hanno creato il trauma. E’ possibile scavare a fondo individuando persone, periodo della vita, stati emotivi che lo hanno consolidato per arrivare al suo dissolvimento attraverso rimedi radionici.

L’incontro della durata di un’ora circa, prevede:

  • Lettura delle vertebre per scovare quelle in squilibrio e risalire alle zone di competenza del corpo e agli stati emotivi.
  • Ricerca delle emozioni da “perdonare” per fare pace con il passato.
  • Individuazione delle figure che hanno contribuito al nostro trauma.
  • Ricerca della cura/terapia/disciplina più adatta per risolvere il trauma.
  • Ricerca di rimedi radionici tra acque vibrazionali, fiori di Bach ed eventuale dissolvitore del trauma.
  • Durante la seduta, se necessario, potrebbero essere integrate anche altri mezzi come carte o altre tavole per capire che tipo di energie integrare.

FORZA E PROTEZIONE DEGLI INTENTI

Accade spesso di intravedere un obiettivo, ma di non essere abbastanza determinati nel perseguirlo. L’intenzione è un potere forte, innato in noi, ma intimidito dai contesti (situazioni o persone) intorno a noi.

Quando elabori un intento, questo diventa subito attaccabile, non solo da “agenti” esterni, ma anche dalle nostre stesse convinzioni incosce. Convenzioni sociali e economiche, convinzioni limitanti, i molteplici retaggi e tutte le energie che possono mettere in pericolo il nostro intento vanno trasformate con l’uso del pendolo da negative in positive.

Preparato il terreno, allora si può procedere nel formulare una chiara intenzione.

Le rate sono la traduzioni in numeri delle nostre intenzioni. Grazie all’aiuto del pendolo è possibile individuare questa sequenza da inserire nel condensatore cosmico.

Ci sono diversi modi per formulare una intenzione: può trattarsi di qualcosa di specifico (ad esempio: entro la fine dell’anno voglio fare il viaggio che ho sempre sognato) oppure più generale (ad esempio: chiedo abbondanza nella mia vita). In entrambi i casi, o meglio ambiti, è possibile inserire autonomamente all’interno della rata intenti che scendono più nel particolare.

L’incontro della durata di un’ora circa, prevede:

  • Elaborazione di un intento chiaro e positivo.
  • Pulizia dell’intento dalle convinzioni limitanti e blocchi interni ed esterni.
  • Alchimia delle energie dissolte per rafforzare l’intento.
  • Elaborazione di una rata radionica per supportare l’intento.
  • Indagine sulle forze da integrare per lavorare sull’intento.
  • Coaching di approfondimento.

Sono richiesti impegno, capacità di mettersi in gioco, profonda onestà non solo con me, ma anche e soprattutto verso se stessi. L’operatore olistico è un accompagnatore, una guida lungo il percorso. Io tendo la mano, tu devi percorrere il sentiero.

Fissa la tua prima consulenza. Insieme capiremo come intervenire.

Nota bene: Cosa non si può fare con la Radiestesia? Non si parla con i morti, non si creano né rompono legami, non si prevede il futuro.